#PitStory
  • 113 posts

FEATURED

Exploring pareyyyy
1 70

Se c’è un album che ha segnato in modo radicale la mia esistenza questo è senza dubbio la Buona Novella. Davanti alla croce il cuore di De André va a tutti gli altri crocifissi della storia. A tutte le morti innocenti. Anzi, davanti alla croce si radicalizza l’impossibilità di mettere insieme Dio e uomo. Per De André l’uomo della croce è interessante a patto che rimanga solo uomo. Se Gesù sulla croce è Dio allora la sua sofferenza è un “trucco”. E sono sofferenze più vere quelle dei neonati trucidati da Erode, a causa delle stesso Gesù. Così come la sofferenza dei due ladroni che non sperano più in nulla (“Lascia noi piangere un po’ più forte, chi non risorgerà più dalla morte”). O ancora peggio: la sofferenza di tutti coloro che sono stati oppressi da una Chiesa che ha divinizzato Gesù per poi uccidere nel nome di Dio. Per De André gli straccioni e i poveri della storia sono l’unica vera “croce”. Sulla persona di Gesù De André è sempre fine, profondissimo. C’è invece un attacco frontale a ciò che nella religione è “la legge”. Il “Testamento di Tito” è la dichiarazione di guerra alla religione come morale. Anzi questa poesia spietata e cruda segna il fallimento assoluto di ogni morale cristiana. Eppure a conclusione della stessa canzone ascoltiamo le parole: “Io nel vedere quest’uomo che muore,... madre, ho imparato l’amore”. “Il testamento di Tito” si ascolta prima di tutto come un grido dissacrante. E mentre scorrono i comandamenti, l’ascoltatore non può impedirsi di identificare il soggetto con lo stesso De André. La cosa è voluta. De André grida se stesso. Ma improvvisamente alla fine della canzone l’ascoltatore capisce ciò che era già annunciato dal titolo. Era tutto un grido di Tito. Un ladrone che ha appena scoperto l’amore, negli ultimi attimi della sua vita. Tito muore anche lui, su una croce come Gesù, dopo aver “imparato l’amore”. Nel dolore di Tito coincidono lo scoprire di essere amato e l’iniziare ad amare. Ecco l’amore “pur sempre inumano” che cambia la vita perché cambia la morte. @dentro_faber [CONTINUA NEI COMMENTI]

 4 hours ago
Exploring pareyyyy
3 119

Quando ho conosciuto De André lo odiai. Tutte le persone che lo ascoltavano ne erano ossessionate, li detestavo... parlavano citando frasi delle sue opere, ne tessevano le lodi, usavano le sue canzoni come descrizioni delle foto. Ero circondata. Si era creata intorno ad egli un'aura di adorazione che emetteva una spinta repellente nei miei confronti, perché avevo l'impressione che i suoi testi fossero eccessivamente alti e pomposi, accessibili solo ai vari "fan club" che gli si creavano intorno. Poi non ricordo come, ma ho deposto l'ascia di guerra e ho provato realmente ad ascoltare quelle frasi che conoscevo già a memoria senza averle mai ascoltate e, a mano a mano, ho imparato ad apprezzare ed infine amare l'artista. C'era chi lo apprezzava perché parlava degli ultimi, chi perché aveva capovolto i racconti religiosi tradizionali, chi perché parlava dell'amore sofferto e della tristezza,... Ciò che però più mi ha fatto innamorare, è la verità delle cose che canta: Fabrizio De André narrava le cose per quello che erano, credo fosse una persona dotata di una memoria enorme, perché riusciva a raccontare quel dettaglio, quel sentimento provato in un determinato momento, tale da farti vestire i panni del protagonista. Trovo sia così reale ed intimo ciò che ha composto, da risultare catartico, in grado di far sperimentare sulla propria pelle le sue narrazioni, far espiare i peccati. Egli riesce ad immedesimarsi in tutto; trovo sorprendente il modo in cui riesca a "rubare la vita" a chiunque, non in modo freddo o distaccato, anzi, sembra aver realmente vissuto tutte le esperienze di cui parla, aver trascorso mille esistenze in mille corpi diversi, permettendo allo spettatore di spiare attraverso una tenda le esistenze degli altri. Alla fine mi sono arresa a tanta bellezza e sono diventata anche io una "persona che ascolta De André". @gioozee . . . Un ringrazimento speciale a @gioozee che racconta il suo rapporto, inizialmente conflittuale e poi lieto. A voi è mai capitata la stessa cosa con un'opera artistica? Se sì scrivetelo nei commenti. #PitStory #fabriziodeandrè #deandrè #faber #musica #music #artista #artist #art #arte #canzone #song #illustrazione

 1 day ago
Exploring pareyyyy
5 222

La poetica di Fabrizio De André mi ha sempre colpito particolarmente, soprattutto per il suo peculiare sguardo verso gli ultimi, cioè su  personaggi tendenzialmente dalla morale discutibile, sui reietti, sulle vittime di "un destino sgarbato". E ti sorprende perché non è uno sguardo moralista e né tantomeno distaccato. È un abbraccio, carico di empatia, verso l'essere umano, che è condannato da sè, dalla sua stessa natura, e quindi sbaglia, diventa preda, predatore o entrambi, e si fa quindi strada in questo strano gioco che è la vita. Non esiste una motivazione, non esiste un solo punto di vista, nessuno è cattivo, tutti sono umani. E tutti, in quanto umani, non potranno far nulla davanti al disegno caotico del destino che si intromette inesorabilmente. Anche questo è un punto focale della poetica di De Andrè, la logica cruda e imprevedibile degli eventi, e qui la canzone di Marinella potrebbe esserne un esempio. L'ingenuità di una storia d'amore nata all'improvviso viene sradicata allo stesso modo dalla morte che sopraggiunge. E attraverso una dolcezza immensa la storia si conclude con l'immagine di una rosa, fragile come Marinella, e così bella da non poterne accettare il suo appassire. Forse è proprio la regia di questa canzone, in cui entrano contemporaneamente in gioco pathos e tenerezza, ad emozionarmi particolarmente e a spingermi ad inserirla tra le mie canzoni preferite di Faber. Questo, in breve, è il mio Fabrizio De André. @un_deux_troisi . . . Un ringraziamento speciale a @un_deux_troisi che oggi ci racconta il suo Faber attraverso uno scritto e attraverso la riproposizione di un suo vecchio disegno in tradizionale rifatto in digitale. #PitStory #fabriziodeandrè #deandrè #faber #musica #music #artista #artist #art #arte #canzone #song #illustrazione #illustration #ilmiofaber #storia

 2 days ago
Exploring pareyyyy
5 98

@vender_studio rappresenta il suo Faber attraverso questo fantastico disegno. L'adolescenza ascoltando De Andrè è un tratto comune di tanti. Vi ricordate la prima canzone di De Andrè che avete ascoltato? . . . Grazie a @vender_studio per aver realizzato questa illustrazione, vi invito di seguirla, ha anche pubblico un libro negli ultimi giorni. #PitStory #deandrè #fabrizio #faber #fabriziodeandrè #musica #music #art #arte #artist #artista #illistration #illustrazione #chitarra

 3 days ago
Exploring pareyyyy
1 74

Di solito quando si parla di Faber si pensa a uno sguardo di assoluto non giudizio e a una descrizione a tratti fascinosa che ha sempre avuto per protagonisti i così detti emarginati, ovvero: tossici, prostitute, assassini, transessuali. Ho passato la mia adolescenza ad ascoltare le storie di Andrea, ho viaggiato dal Brasile a Milano con Princesa, ho distillato il whisky con Alice e mi sono ubriacata con il suonatore Jones. Dopo l'adolescenza ti scontri con il mondo dei grandi. C'è chi vive questa tappa in modi diversi, io l'ho vissuta male. Mi sono guardata allo specchio e mi sono vista enorme, come il fuoco che avvolgeva Giovanna D'arco, come se io fossi l'antagonista della mia stessa vita e l'immagine dello specchio fosse un terribile nemico. Se De Andrè per tutta la vita mi aveva insegnato a non giudicare gli altri stavo giudicando me stessa in maniera spietata, come non avrei mai potuto giudicare nessun estraeo. Sono ripartita guardando le nuvole. Ci hanno insegnato che bisogna sempre correre per arrivare prima degli altri. Ma prima dove? A che costo? Quando la sofferenza è grande ci si deve fermare. Io mi sono fermata proprio come fanno le nuvole. Vanno vengono per una vera mille sono finte e si mettono lì tra noi e il cielo per lasciarci soltanto una voglia di pioggia. @fila_lalana di @ironical_songwriters_memes . . . Un grazie speciale a @fila_lalana di @ironical_songwriters_memes per questo spelndido racconto del suo Faber. Vi invito anche a seguire la sua pagina, se amate lanmusica e il cantautorato perché è veramente una delle più divertenti e interessanti che potete immaginare. #PitStory #faber #deandrè #fabrizio #musica #music #arte #art #artist #artista #cielo #nuvole #canzone #canzoni #songwriters

 4 days ago
Exploring pareyyyy
4 154

Se cerco fra i miei ricordi il momento esatto in cui ho ascoltato Fabrizio De André per la prima volta, scopro che non lo trovo. Mio padre è musicista, e in casa c’è sempre stata la musica da che ne ho memoria. Invece, so dire con precisione qual è stato il momento esatto in cui De André l’ho conosciuto davvero. Facevo la seconda media, e avevo una prof di lettere che su De André si inventò un progetto grande e bellissimo, lungo tutto l’anno scolastico. Più passa il tempo più mi rendo conto di quale rivoluzione abbia portato questo incontro: Faber mi ha educato a ricercare le storie ancor prima di capire che era questo ciò che volevo fare da grande. Ho potuto conoscere i suoi personaggi, così imperfetti e così umani, e mi sono rimasti dentro talmente tanto che li ho ritirati fuori pochi anni fa per farci una mostra di disegni. Sono rimasta affascinata dalla sua abilità nel mescolare il sacro con il profano, la cultura alta con quella popolare, le poesie con le parolacce, e ricavarne sempre dei piccoli capolavori. E se devo scegliere il mio album preferito, dico -non senza fatica- “Non al denaro, non all’amore né al cielo”: per me è una fonte di ispirazione continua, che ogni volta mi spacca il cervello in due come se fosse una noce. E un po’ anche il cuore. @lucifendinebbia . . . Un Grazie veramente speciale a Lucia Baldassarri, in arte e su Instagram, @lucifendinebbia, ha realizzato questa copertina inedita e ha raccontato il Suo Faber. #PitStory #storia #deandrè #fabriziodeandrè #arte #art #artist #artista #canzoni #musica #music #italia #italy #illustration #illustrazione #racconto #podcast #ilmiofaber

 5 days ago
Exploring pareyyyy
0 113

Ultima canzone dell’ultimo album di Fabrizio De André, Smisurata Preghiera è il sunto dell’album stesso, ma più ampiamente del pensiero del cantautore. Un testamento che ci ha lasciato prima della sua precoce dipartita. Con un canto tagliente, una musica ritmica e poco melodica, la canzone appare più come un’invocazione, gridata dall’artista ad un’entità superiore. Ispirandosi ai testi di Alvaro Mutis, De André racconta in modo drammaticamente perfetto la solitudine di chi per scelta decide di opporsi all’indifferenza della “maggioranza”, ribellandosi “alle leggi del branco”. In un mondo dominato da guerre ed ingiustizie, dove i più numerosi si sentono nel diritto di imporre le proprie regole, De André si pone come faro che illumina gli ultimi, che “tra il vomito dei respinti” e con il loro “marchio speciale di speciale disperazione” disobbediscono, ma restano liberi. Una tragica preghiera, che trova infine conforto nell’invocazione ad un Dio, affinché questo possa, quasi per sbaglio o come fosse un’anomalia, aiutare i servi disobbedienti, affinché la loro solitudine e la loro ribellione possano “consegnare alla morte una goccia di splendore”. In questo testo a parlare è un De André maturo, con un pensiero ormai formato e ben delineato. Un’ideologia già presente a tratti in molte altre sue opere, che trova però in Smisurata Preghiera la sua più netta dichiarazione. Ecco come Faber parlò di questo testo: Le maggioranze hanno la cattiva abitudine di guardarsi alle spalle e di contarsi... dire "Siamo 600 milioni, un miliardo e 200 milioni..." e, approfittando del fatto di essere così numerose, pensano di poter essere in grado, di avere il diritto, soprattutto, di vessare, di umiliare le minoranze. La preghiera, l'invocazione, si chiama "smisurata" proprio perché fuori misura e quindi probabilmente non sarà ascoltata da nessuno, ma noi ci proviamo lo stesso. Smisurata Preghiera è quindi un inno alla disobbedienza, alla ribellione contro le ingiustizie. Una canzone potente, profonda, drammatica, anarchica. Insomma, una canzone che rispecchia appieno l’essere Fabrizio De Andrè @anonimo.recensore_film #PitStory #IlMioFaber #deandrè #fabriziodeandrè #musica #music

 6 days ago
Exploring pareyyyy
1 62

Non solo i fatti realmente accaduti ci raccontano la Storia. Racconti di finzione, romanzi d’autore, novelle spesso lasciano spazio, tra un dialogo e una descrizione più o meno allegorica, alla storia e al modo in cui essa viene percepita e vissuta. “Der geteilte Himmel” (il cielo diviso) di Christa Wolf ne è un esempio. La scrittrice lascia che Rita Seidel, 19enne intraprendente e tenace, sia specchio di una realtà socialista e che di essa ne abbia tutti i pregi e i difetti. Pubblicando il suo libro nel 1963, pone ai piedi del muro di Berlino appena costruito la storia dell’amore tra Rita e Manfred: un amore dove ognuna delle due parti viene separata e allontanata dall’altra in primis dall’incompatibilità delle visioni e poi da un semplice ammasso di pietre ben sistemate. Il muro ostacolerà la loro relazione, ma sarà solo il simbolo di una rottura che già esisteva da tempo e alleggiava nell’aria, ma della quale nessuno dei due era consapevole. Manfred appartiene al mondo capitalistico, a quell’ovest che Rita ritiene un posto dove l’Io sembra prevalere; mentre lei vive in una DDR socialista che Manfred ritiene svilente e castrante. Con l’intento di disegnare con le parole la realtà, è chiaro come la vita dei due personaggi sia un’allegoria di quel presente dilaniato tra due potenze opposte che stravolsero i modi di vivere dei cittadini tedeschi. La Wolf svelerà il senso del titolo dato al suo romanzo solo alla fine: in un dialogo sospeso tra amarezza e presa di coscienza della realtà, Manfred così esordisce “Almeno il cielo non possono dividerlo” ma Rita ribatte “Sì invece, il cielo è sempre il primo ad essere diviso”. Un pensiero forte che probabilmente sottolinea quanto il cielo sia parte del nostro vissuto, riflessione della storia e di come da essa sia impossibile sfuggire. Dentro essa, bisogna solo imparare come poter cambiare @chiarasce_ -fotogrammi del "Il Cielo diviso" di Konrad Wolf (1964) #PitStory #cinema #movie #berlino #berlinoest #berlinoovest #ilcielodiviso #amore #bacio #letteratura #libro #book #wolf #muro #thewall #film

 8 days ago
Exploring pareyyyy
6 34

Una dittatura ha sempre paura. Cerca di controllare tutto, anche le menti. Sorveglia tutti, si autosorveglia, tutti sono controllati e dutti devono saperlo. La DDR, la nazione del sospetto, ha la pretesa essere imbattibile. Ma cielo e gli inferi sono incontrollabili. Presto le fughe attraverso il muro divennero impossibili, l'ordine era di sparare a vista, la linea della morte era illuminata dai fari e controllate sulle torrette, cani addestrati e incattiviti erano a disposizione delle guardie di frontiera, pian piano il muro si perfezionò, nel 1989, l'anno della caduta del muro, era in cantiere la realizzazione della versione 2000 del muro, con sensori e trappole. Ma l'ingegno umano non ha mai fine e controllare gli inferi è difficile anche da chi sembra uscito da lì, per tutti i 28 anni della presenza dei muri in città i tunnel furono una della soluzioni più usati, ben 137 furono quelli creati nei primi 2 anni. Il primo fu la galleria del cimitero Pankow, che utilizzava le gallerie fognarie per unire est ed ovest, la soluzione venne trovata da un gruppo di studenti che fecero passare 134 loro colleghi universitari fino a che la polizia segreta non scoprì il tombino nel cimitero e lo cementò. Altri tunnel furono dannaramente famosi, scovare i tunnel fu uno dei lavori preferiti dalla Stasi, ma circa 2800 persone in 28 anni riuscirono a fuggire, la maggiorparte nei primi anni dalla costruzione del muro. Testimonianza che nemmeno chi vuole controllare tutto, ci può riuscire realmente. (Pit) #PitStory #berlino #berlinoest #berlinovest #cimitero #tunnel #fuga #libertà #studenti #controllo #stasi #ddr #ovest #est #berlin #muro #cielo #inferno #1989

 9 days ago
Exploring pareyyyy
0 35

La Musica è uno delle direttrici più importanti del Novecento. Ogni evento storico hanno una colonna sonora o ispirano musica, perché nulla vive in una campana di vetro. Da questi nascono le Playlist di PitStory, 7 canzoni che raccontano un evento. Ogni settimana le potete trovare qui su @pitstory_podcast Si parte con "Storia del cielo diviso - Playlist" che contiene: 1. Heroes - David Bowie 2. Berlin - Lou Read 3. Nikita - Elton John 4. Zoo Station - U2 5. Futura - Lucio Dalla 6. Riprendersi Berlino - Afterhours 7. Holidays in the Sun - Sex Pistols . Spero che questo format vi piaccia. Link nelle storie. (Pit) #PitStory #musica #music #playlist #berlino #berlin #playlist #heroes #bowie #davidbowie #louread #u2 #luciodalla #afterhours #sexpistols

 10 days ago
Exploring pareyyyy
1 42

Il 10 Gennaio è una data tragicamente nota nel mondo della musica, nella prima mattina italiana arriva l'annuncio della morte di David Robert Jonson, noto a tutti come David Bowie. L'artista aveva pubblicato appena due giorni prima, "Blackstar" capolavoro e testamento musicale. Ma la storia di Bowie, l'uomo venuto da marte, il trasformista del rock si interseca soprattutto con la tragedia del Muro. Alla fine degli anni 70 Berlino Ovest è una fervente citta culturale ma ancora da ricostruite, a Los Angeles Bowie è in una brutta spirale di droga e alcool e viene spinto a trasferirsi per un po' lì dove la vita notturna non finisce mai ma i ritmi sono bassi. Sono diventati noti oltreoceano i Hansa Studios, a pochi passi dal muro. È lì che Bowie registra la "Trilogia Berlinese" composta da Low , Lodger  e, ovviamente, Heroes. L'ultimo album è rimasto iconoco per la title track che racconta una storia di libertà e diventerà il simbolo della Berlino riunificata. La storia dei due amanti nasce da un immagine vista da Bowie dalle finestre degli Hansa. Tony Visconti, il produttore discografico di Bowie, baciava una ragazza berlinese "in piedi accanto al muro", la sua identità da uomo sposato fu a lungo tenuta segreta da Bowie che parlerà sempre di "una coppia generica" a questo Bowie unisce ciò che si racconta in città di Berlino Est, della linea della morte, degli spari durante le fughe. Nasce un inno alla libertà amato e cantato in tutto il mondo e rilancia la leggenda di Bowie. (Pit) #PitStory #bowie #heroes #berlino #berlinoest #musica #music #artista #artist #tonyvisconti #muro #blackstar #libertà #tragedia #berlinoovest #berlinoest

 11 days ago
Exploring pareyyyy
2 54

Il Muro di Berlino è un concetto eterno, monunento al divieto, norma che si fa pietra, ma il 1989 non ha visto un diminuire delle barriere ma un moltiplicarsi della voglia di rinchiudersi. Il Muro è un concetto metastorico,metatemporale e letterario, che esprime sia il concetto di sicurezza e protezione che quello di chiusura. Li troviamo da Oriente ad Occidente, nel passato e nel presente. Il più famoso è al centro del podcast: è il muro eretto a Berlino che divideva ideologicamente il mondo. Ma i primi muri si perdono già in età classica: il Vallo di Adriano e la Muraglia Cinese sono muri, anche se ora sono monumenti ma sono stati Muri con lo stesso obiettivo di oggi: difendersi dal nemico, militarmente e culturalmente . Durante la globalizzazione, in senso controintuitivo, i muri si sono moltiplicati, oltre quelli lasciatici in eredità dai castelli o delle città del mondo Medievale e Rinascimentale, oggi ne troviamo a decine sparsi per il mondo. Per esempio possiamo citare le "Peace Line" in Irlanda del Nord che dividono Cattolici e Protestanti nelle grandi città o gli enclavi spagnoli di Ceuta e Melilla divisi dal resto del Marocco da alti muri pesantemente militarizzati. Ma ancora potremmo citare la divisione tra Cipro del Nord e Cipro, una di etnia Turca e l'altra di etnia Greca. O le "barriera di sicurezza" tra Islaele e Palestina e lo sbarramento tra Bangladesh ed India, che corre lungo tutto il confine dei due paesi. In chiusura non possiamo non citare il muro che divide Stati Uniti e Messico, che doveva bloccare immigrazione e narcotraffico ma che è presto diventato l'arma in mano a Trump in campagna elettorale. Muri, Muri, Muri ovunque, cicatrici di cemento o di ferro, ma anche ideali, oggi sono troppe le divisioni di Noi contro di Loro, anche quelli sono muri e come tutti gli altri sono vecchie ferite mai richiuse; tanto lontane o drammaticamente attuali, che dividono culture, famiglie, amori, amicizia spesso per secoli. divisione e chiusura questo è: Il Muro.

 12 days ago
Exploring pareyyyy
11 56

La Storia del Muro è fatta di calce, filo spinato e tanto sangue sparso lungo la linea della morte che divideva le 2 Berlino, ma è fatta anche di storie di amore, di famiglie divise e di fughe. La più famosa, nonché la prima, è sicuramente quella di Conrad Schumann, immortalata dallo scatto di Peter Leibing. Conrad si è arruolato nel 1960 spinto dalla propaganda della DDR per difendere il confino dai "fascisti". La mattina del 13 Agosto 1961 è assegnato all'angolo di Wedding, al posto di blocco tra Bernauer e Ruppiner Strasse in un punto dove il muro era ancora in contruzione. Fuma, è inqueto e ha soli 19 anni, guarda Berlino Ovest dove scorre una vita diversa. Tra i curiosi che si sono assiepati al posto di blocco c'è Peter Leibing, fotografo mandato ad Amburgo per documentare la costruzione del muro. Peter inizia a parlare con Conrad e altre guardie esortandoli a saltare. Le altre Guardie vanno vie, erano stati addestrati a non cadere alla "Falsa Propaganda" dell'Ovest. Conrad fa qualche passo indietro, corre, corre e salta il filo spinato. È il primo fuggitivo dell'Est a mettere piede ad Ovest mentre il muro non è ancora completo. Peter Leibing scatta il salto verso la libertà della guardia di frontiera. Le testate giornalistiche delle due germanie si sbizzariscono lo definiscono contemporaneamente un traditore o un eroe per la libertà (dipende da quale parte di Berlino abitate), lui vuole però una vita normale che questo famoso scatto, per un po', gli preclude. Nel 1989 col muro caduto tornerà a casa ma mon verrà ben accolto dai suoi familiari. Purtroppo si suiciderà nel 1998, ma per tutti è il ragazzo che volò oltre il filo spinato. Il Sottufficiale Conrad Schumann. #PitStory #berlino #berlin #schumann #germania #berlinoest #berlinoovest #salto #libertà #leibing #muro #murodiberlino #guerrafredda #photo #foto #photographer #fotografo #fotografia #ddr #giornalismo #giornali

 13 days ago
Exploring pareyyyy
0 24

A little story on Sage. And me I was able to get my baby back. But upon getting her back she was in very bad condition. After an emergency visit to the vet. She was on her way back to recovery as well. This was her come back in a little less than a month and a half. She gets stereotyped quite often and I don’t know if that offend me or her. I know all that she does and all that she can do. Sage Athena is our rock. Thank u @ontarioveterinaryhospital . #sageathena #pitbullsofinstagram #pitbullbreed #pittrescue #pitstory #pittiesofinstagram #pitbully #pitbulldog #pitbullyadvocate

 22 days ago
Exploring pareyyyy
0 23

"Time out" Jangan kau sesali waktu yg tlah berlalu, Karna waktu taq akan terulang kembali. . Jangan kau gunakan waktumu hanya utk menyesali keadaan yg sudah berlalu. . Penyeselan pasti ada, tp jangan kau gunakan waktumu hanya utk sebuah penyesalan. . Jangan sampai waktumu habis hanya utk sebuah penyesalan. . Karna waktumu dsini hanya sebentar, Ingat !!!! Nanti, esok, atau lusa bisa saja kamu sudah taq disini. . #mudik #bali #kampunghalaman #pitstory #timeout #gameover #nyeselakuhtuh

 2 months ago
Exploring pareyyyy
30 66

Make sure yawl go checkout my latest battle me Vs DK Dope battle supper intense Link in bio #Pitfightstv #Battlerap #Baltimore #RNS #DaUnion #Like #Comment #Subsrcibe #Youtube #likeforlikes #epic #urltv #bars #click #MK3 #Pitstory

 3 months ago
Exploring pareyyyy
5 6
 4 months ago
Exploring pareyyyy
0 17

Vivor x marthy Don't missed it live on your TV 😂😂😂😂😂 #pitbullstory #pitbull #pitstory #pitsave #pitinstagram

 5 months ago
Exploring pareyyyy
0 19

2016 : nothing special just a friendship.. 2017 : in relationship.. 2018 : marriage.. #pitstory #couple #husbandwifelife #indonesiancouple #love #truelove

 7 months ago
Exploring pareyyyy
1 39

The results are in! 👩‍🔬 Check out adoptable APBA ambassador Tucker's Wisdom Panel (aka Dog DNA) results. #guessthemix #wisdomwednesdays #pitstory Don't forget...Tucker is still looking for his forever home. If you're interested in learning more about Tucker please visit the APBA website. We'd love to find Tucker a family to spend his summer with! #missiontucker https://www.ambassadorpitbulls.org/available-ambassadors.html

 7 months ago
Exploring pareyyyy
20 52

Buenos días por la mañana ! Tengo mucho frío! Y quiero aprovechar de que me compartan sus anécdotas pitbulianas, todos aquellos padres de pitbulines cuéntenme sus historias sobre cómo los han corrido de lugares o las experiencias desagradables que han tenido por tener un pitbull ( indefenso) los leo!! @brunogorditousb @miaytekila @troya_elpitbull @tiger_pitbullvzla @elporkchops (todas las razas ppp califican 😄) #noeslaraza #eselhumano #pitstory

 8 months ago
Exploring pareyyyy
0 41

A massive industrial parking garage? Nope, just my eye-level view of the bottom of an auditorium’s worth of seats ・・・ #pitlife #ifellinthepit #andydwyer #mouserat #parksandrec #pitmusician #music #musician #guitar #guitarist #pitstory #chrispratt @prattprattpratt @jbhsdramabackstage

 1 year ago
Exploring pareyyyy
2 10

Aku pernah sekece ini kok.. #jejakdigital #pitstory

 1 year ago
Exploring pareyyyy
2 10

So difficult to find this medicine.. So faarrrr... Xoxoxo 😆 thanks my lovely hubby @yogiyundatama I dont know, what happened next if I cant find my medicine.. Once again thank you so much honey ❤️#truelove #love #husband #husbandandwife #story #soulmate #youaremysunshine #youandme #pitstory #theyundatama #theayofi #family

 1 year ago
Exploring pareyyyy
0 10

Unforgetabble night..! Why..?? Cause at the time im really enjoying my world. I've much activities everyday, single and free, no drama, a kindly friends.. anyway, cuma satu yg bikin gua galau ketika itu. Yaitu kl pas mau brgkt atau pulang kesulitan dapet driver transportasi online..! Hahaha anjiirrrr galau bgt gua apalagi kl plg show malem . . . . . #pitstory #real

 1 year ago
Exploring pareyyyy
1 28

My big sonny 😍 #pitlove #pitstory

 1 year ago
Exploring pareyyyy
1 13

Oh Pittsburgh. I love how you celebrate the history of every minor detail in this charming city. ❤ 🚘🏈🚘❤ #pitstory #parkingchair

 1 year ago
Exploring pareyyyy
0 6

#Repost @mars_cooks with @get_repost ・・・ #Repost @brandyfromboston with @get_repost ・・・ Look how adorable and happy Brandy is to be playing with her toys and best friends at the shelter! Do you know someone who has space in their home for this beautiful girl? Share her story to #sendbrandyhome! #adoptapit #adoptapet #pitsofinstagram #pitbull #pitstory #bostonpitbull #adoptapitbull #pits #pitbulls #adoptionsaveslives #foreverhome #helpagirlout #shehasanamazingstory #herstory

 2 years ago
Exploring pareyyyy
6 31

how time flies... #pitstory #battlerapclassic

 2 years ago
Exploring pareyyyy
16 106

This baby he has been very sick since July started of gettin sick every day and his poo was poor water brought him to the vet done bloods and a biopsy cut a long story short they said it was ibs and a bowel disease he went from 27kg down to 15 he is now 19kg very skinny we have tryed every tablet and food goin and he still not right his poo poor water all the time we just can’t put him to sleep I love him to much my heart is broke has anyone dog been like this he is only 4 yrs old, PlEASE HELP 🐶🐕🐾 #UrDogs #dogs #pitstory #pitbulllovers #animals #saveanimals #animalsrescue #dogslover #doglife #pitbull #pitbullsmile

 2 years ago
Exploring pareyyyy
0 7

Bye, Bugsy.. 🐶 Bye, Bossky.. 🐶 Safe flight yaaa... Have fun with your new family.. Will miss you, my monsters.. 😙😙 #grasshopperspuppies #pitstory #pitbullsofinstagram #puppies #pitbull #vodka #candy

 2 years ago
Exploring pareyyyy
1 13

What a weekend with this bunch at mont st anne. It poured on race day but we kept on cheering. @cowenjeffrey @andrewdowd92 @deanos_machineos #slipperywhenwet #pitstory #inthetrenches #frogeyes #thisisracing

 2 years ago
Exploring pareyyyy
0 8
 2 years ago
Exploring pareyyyy
0 24

Berusaha menjadi orang terhormat itu wajib. Tapi merasa dirinya orang terhormat, itu tidak perlu. Karna akan menimbulkan kesombongan #pitdaily #pitstory #renungan #bintisyihab

 3 years ago
Exploring pareyyyy
0 13

Barking nonstop->"#human I would like to play more NOW!!" Me: meh, after 1.5 hrs don't you ever tire... #bark - no Me: -_- #pitbullsofinstagram #pitstory #pitmoments #lazynotsolazy day with my Val #momentofmyday

 5 years ago
Exploring pareyyyy
0 19

Go check out Chirag's Pit Story at metalunderground.com - enjoy the day. #gyre #gyreband #pitstory #metalunderground #music #metal #thrashandgroove #thrash #groove #move #progmetal #earth #heavymetal

 5 years ago
Exploring pareyyyy
2 11
 5 years ago
Exploring pareyyyy
0 7
 5 years ago